Amplificatori cuffie a confronto: i migliori in assoluto del 2021, caratteristiche indispensabili

Nell’era degli smartphone e dello streaming musicale, la qualità del suono sembra passare in secondo piano per molti utenti. Gli amplificatori per cuffie assicurano una migliore qualità musicale possibile. Continua a leggere per sapere come riconoscere i migliori Amplificatori in commercio del 2021.

I piccoli gadget per audiofili sono un must-have in particolare per gli smartphone. Un cellulare moderno contiene tanta tecnologia, ma il piacere dell’ascolto non è la priorità assoluta. Per trasmettere adeguatamente la qualità audio di un file, il segnale audio deve essere abbastanza forte da far vibrare le membrane delle cuffie attaccate. Inoltre, i jack da 3,5 millimetri sono un punto debole, non sono meccanicamente stabili soprattutto sul lungo termine.

Quali sono i vantaggi di un amplificatore per cuffie?

Il motivo principale per cui gli amplificatori per cuffie sono utili per i dispositivi audio mobili, tuttavia, risiede nella mancanza di alimentazione.


La batteria di uno smartphone di solito non è estremamente grande. I componenti più importanti che devono essere alimentati sono il display e tutte le app. Altre parti hardware sono solitamente tagliate per un minor consumo energetico possibile, a discapito spesso del suono.

La potenza necessaria per il segnale audio non sarà più un problema con un amplificatore per cuffie. Lo smartphone restituirà finalmente la migliore qualità nella riproduzione di tutti i file audio.

Il segnale massimo e quindi anche il volume che esce delle cuffie è limitato dalla potenza di uscita dello smartphone se utilizzata senza un amplificatore. Questo prodotto bypasserà questo problema come si vedrà e non solo per i telefoni, ma anche per tutti i dispositivi elettronici in grado di riprodurre file audio.

In cosa differiscono i modelli?

I dispositivi differiscono in molti modi. Oltre al materiale, una caratteristica distintiva è, ad esempio, se si tratta di un modello fisso o di un dispositivo mobile con batteria integrata. solitamente quest’ultimi modelli sono quelli per uso professionale adatti soprattutto a tecnici del suono o musicisti.

Inoltre, i diversi modelli offrono anche una varietà estremamente ampia di regolazioni ed opzioni per ottenere il miglior suono possibile. Alcuni modelli infine, consentono impostazioni dedicate per ottenere ancora più bassi o equalizzatori speciali per regolare il suono a 360 gradi.

Amplificatori cuffie a confronto: importanza dell’impedenza

Con questo termine tecnico si indica la resistenza elettrica di un circuito al passaggio di corrente alternata. Più questo valore è elevato più sarà necessaria potenza per gestirla adeguatamente.

Un amplificatore per cuffie permette di gestire diverse impedenze, di media da 15 fino a 150 Ohm all’incirca, ma anche oltre a seconda del modello. Ed è proprio a questo valore che parte il confronto principale che si deve fare quando si sceglie un amplificatore per cuffie.

Amplificatori per cuffie per ogni situazione

Cuffie studio o cuffie professionali tendono ad utilizzare impedenze maggiori di 32 Ohm. In linea di massima si passa dai 50 fino ai 60 Ohm fino ai 250 Ohm.

Taluni modelli arrivano anche  a toccare i  600 Ohm.

Una cuffia se riceve l’impedenza corretta e la giusta potenza in modo costante e lineare può restituire dettagli e pulizia del sonoro che senza il giusto amplificatore per cuffie verrebbero inevitabilmente  limitati o addirittura non percepiti.

Ecco qui di seguito una breve lista per capire che cosa abbiamo tra le mani in termini di indipendenza ed Ohm:

  • fino a 32 Ω
    Praticamente qualunque i dispositivi portatili come cellulari, tablet o notebook e Macbook riescono a gestire bene tale valore con volumi sonori anche discretamente alti.
  • da 32 Ω a 100 Ω
    Questi valori sono propri, in linea generale, nelle cuffie di fascia medio/alta. Questi potrebbero già mettere in difficoltà oltre che tutti gli smartphone anche notebook o computer di fascia media. In base al tipo di cuffia, il volume potrebbe non essere molto alto ma cosa più importante non ricevere la giusta potenza. Questo comporta i problemi di dettagli epulizia del sonoro non percepiti di cui sopra.
  • maggiore a 100 Ω
    con questi valori sarà necessario acquistare un amplificatore di fascia molto alta e decisamente costoso.

Prezzo e marchi degli amplificatore per cuffie

Ovviamente come visto sopra esistono prodotti di varie fasce che ovviamente differiranno di prezzo in base alla loro potenza. Ovviamente come per tutti i dispositivi elettronici il brand è la prima cosa da andare a vedere.

Tra i produttori più affidabili troviamo:

  • Sony;
  • Sennheiser;
  • Marshall;
  • Auris;
  • Chord;
  • Behringer;
  • Presonus.

Oltre a quello analizzato sopra sono molti i fattori che influenzano il prezzo finale del prodotto. I materiali in primis, sono sempre estremamente importanti per tutto quel che concerne la tecnologia. Anche il numero di connessioni possibili sarà decisamente influente fin anche, la tecnologia con cui è stato realizzato.

Se il problema quindi, è solo sentire meglio la musica, meglio optare per un buon prodotto e lasciare i modelli di fascia alta ai professionisti del settore. La fascia medio bassa offre prodotti dai 15 ai 200 euro mentre, quella professionale può arrivare a diverse centinaia.

Nato a Roma nel 1979 ha lavorato per anni nel settore della ristorazione. Appassionato di musica, letteratura e tecnologia, sfrutta queste sue passioni per l’attuale lavoro, articolista SEO per portali Web di ogni genere.

Back to top
menu
amplificatoripercuffie.it