Amplificatori cuffie potenti, i migliori del 2021, costo, recensioni

L’amplificatore per cuffie  è uno strumento, che come suggerisce il nome, amplifica il segnale sonore diretto alle cuffie. Alcuni modelli, a parte il controllo del volume e gli ingressi e le uscite necessari, sono riccamente equipaggiati e offrono anche molte funzioni e possibilità.

Andiamo ora a vedere più nel dettaglio quando comprare un amplificatore potente per cuffie.

Quando e perché dovremmo acquistare un amplificatore per cuffie?

Tutto dipende  dall’impedenza  e dall’efficienza (sensibilità) delle nostre cuffie. In generale, maggiore è l’efficienza e minore è l’impedenza, più è facile per le cuffie riprodurre un suono fedele. Se si vogliono amplificatori potenti per cuffie, bisognerà controllare l’impedenza delle cuffie. Più questa è alta, più servirà un dispositivo potente.

Il giudice finale dell’acquisto di un amplificatore per cuffie ovviamente, sarà in nostro orecchio e il nostro senso dell’estetica del suono. Vale anche la pena ricordare che l’acquisto di un dispositivo economico per cuffie costose, sfortunatamente, non ci porterà e nessun risultato.

A cosa prestare attenzione

Oltre ai requisiti sonori, puoi anche scegliere l’attrezzatura giusta in termini di funzionalità o parametri tecnici.

Molto spesso gli  amplificatori per cuffie potenti hanno selettori di ingresso incorporati, in modo da poter collegare diverse sorgenti sonore. Il posizionamento di  DAC  a bordo di un tale amplificatore può già essere considerato una norma non scritta, che in combinazione con la porta USB integrata consente il collegamento diretto di un computer come sorgente sonora di alta classe.

Alcuni modelli di amplificatori per cuffie hanno un design così avanzato da poter assumere il ruolo di preamplificatore di linea. Basta quindi aggiungere loro un amplificatore di potenza e alimentare i diffusori classici con un set del genere.

I modelli più costosi sono spesso completamente simmetrici e sono dotati di connettori XLR, che consentono di inviare loro un segnale bilanciato.

Sono presenti anche amplificatori per cuffie con stadio phono integrato (preamplificatore correttivo RIAA), oltre a strutture molto sofisticate con la possibilità di collegare un alimentatore esterno con parametri di qualità aumentati.

I parametri tecnici sono importanti?

Sì. Quando si sceglie un amplificatore per cuffie, dovremmo prima di tutto prestare attenzione alla potenza disponibile sull’uscita delle cuffie per assicurarci che il dispositivo possa gestire le nostre  cuffie. Alcune cuffie possono essere pilotate da qualsiasi dispositivo (uscita cuffie), mentre altre potrebbero richiedere un amplificatore per cuffie adeguatamente potente ed efficiente in termini di corrente.

Un’informazione molto importante è l’intervallo di impedenza delle cuffie supportato dall’amplificatore, sebbene il produttore non fornisca sempre direttamente tali dati.

Impedenza di uscita dell’amplificatore e fattore di smorzamento

Un tema alla moda e piuttosto controverso, soprattutto in questo periodo. Quindi il fattore di smorzamento dell’amplificatore è importante per le prestazioni delle cuffie?

Per gli altoparlanti, minore è l’impedenza dell’amplificatore, maggiore è il fattore di smorzamento sotto il carico nominale.

Il fattore di smorzamento è dato come il rapporto tra l’impedenza dell’altoparlante e l’impedenza di uscita dell’amplificatore. La teoria è che maggiore è il fattore di smorzamento, migliore è la capacità dell’amplificatore di controllare la risposta alle basse frequenze dell’altoparlante quando la reattanza cinetica (di movimento) del sistema è al massimo. Sfortunatamente, dopo molti ascolti, questa teoria è stata respinta dalla comunità degli audiofili come infondata. Mentre la teoria può sembrare corretta per gli altoparlanti, è inutile applicarla alle cuffie.

Lo standard internazionale IEC 61938 specifica che le cuffie dinamiche devono essere alimentate da una sorgente con un’impedenza di uscita di 120 Ω, indipendentemente dall’impedenza delle cuffie stesse. Se le cuffie sono progettate secondo questo standard, l’elevata impedenza di uscita dell’amplificatore dovrebbe avere un effetto minimo sul suono delle cuffie. In generale, le cuffie con una curva di impedenza audio piatta non saranno determinate dall’elevata impedenza di uscita dell’amplificatore.

Quanto costa un amplificatore per cuffie potente

Prima di effettuare un acquisto, vale la pena chiedersi quanto è necessario spendere per acquistare un prodotto che svolgerà tutte le attività preposte. Allo stesso tempo, di certo non vorrai pagare più del dovuto per parametri che superano le capacità dei tuoi dispositivi di riproduzione. Quindi, prima di acquistare il primo amplificatore per cuffie per un laptop, confronta i parametri delle copie offerte e non acquistare immediatamente il dispositivo più efficiente che riesci a trovare. Le caratteristiche più importanti sono l’impedenza e la sensibilità delle cuffie.

Per un amplificatore potente i prezzi partono da non meno di  100 euro. con questa cifra puoi acquistare apparecchiature semplici che risolveranno sicuramente i problemi di base relativi alla riproduzione del suono. Raggiungendo più in alto, fino a 150 euro, assicurerai un’ottima qualità del segnale garantita da dispositivi di alta classe.

Però se servirò un prodotto di fascia molto alta bisognerà considerare anche tutte le opzioni possibili a partire da un ottimo equalizzatore per garantire una pulizia del suono al top. Per prodotti utilizzati in ambiti lavorativi il prezzo può tranquillamente superare i 500 euro. Ci si assicurerà però un prodotto veramente interessante.

Nato a Roma nel 1979 ha lavorato per anni nel settore della ristorazione. Appassionato di musica, letteratura e tecnologia, sfrutta queste sue passioni per l’attuale lavoro, articolista SEO per portali Web di ogni genere.

Back to top
menu
amplificatoripercuffie.it