Amplificatori per cuffie da studio: guida all’acquisto, modelli migliori e prezzo

Assicura un miglioramento della qualità del suono, per un’ottimizzazione perfetta che mette pure le cuffie in condizione di poter “lavorare” al meglio. E ciò soprattutto in presenza di determinati tipi di cuffie, come quelle con il padiglione che ricopre del tutto l’orecchio, ed in genere con quelle di livello superiore. Ma anche cuffie di qualità media acquistano senza dubbio una marcia in più con questo prodotto. Di cosa stiamo parlando? Dell’amplificatore per cuffie, un dispositivo che “dirige” nel migliore dei modi il segnale audio, sia in ingresso che in uscita, portando ad un potenziamento dell’audio stesso. Un vantaggio, questo, che si riscontra non solo quando in cuffia si ascolta la musica proveniente dal computer o dall’impianto stereo, ma pure quando ci si dedica ad una sessione di gaming o alle trasmissione televisive. E gli aspetti positivi del dispositivo in oggetto non finiscono qui, poiché esso si rivela di grande utilità ugualmente per coloro i quali si trovano nella situazione di dover realizzare registrazioni di vari musicisti o ascoltare un mix monitor. L’argomento di questa trattazione è infatti l’amplificatore per cuffie da studio: scopriamo insieme di cosa si tratta.

Caratteristiche principali

Migliora il suono nel suo insieme, consentendo di aumentare o ridurre determinate frequenze, così come di personalizzare l’ascolto: sono tanti, come appena visto, i vantaggi derivanti dall’acquisto di un amplificatore per cuffie. Un acquisto che va “finalizzato”, nel senso che bisognerà veicolare la propria scelta verso quel dispositivo che più risponde alle esigenze personali. A titolo esemplificativo, se si utilizzerà detto dispositivo per il proprio smartphone, allora sarà sufficiente un amplificatore per cuffie ad un canale, con un ingresso ed un’uscita; qualora sia richiesto il collegamento all’impianto della televisione, si imporrano invece come indispensabili più canali, così da permettere ad ogni componente della famiglia una regolazione indipendente.

Ma l’amplificatore per cuffie risulta di grande utilità anche quando bisogna correggere i difetti di parti musicali suonate in studio: in questa sede, infatti, forniamo qualche informazione sull’amplificatore per cuffie da studio, progettato per sonorità ed headroom di qualità elevata, la quale ultima, in particolare, si sostanzia nella capacità del dispositivo in esame di riprodurre in modo fedele un segnale non distorto.

In particolare: le categorie di dispositivo

L’amplificatore adoperato negli studi di registrazione “si colloca” in tre diverse categorie: desktop, da rack, e sistemi di distribuzione per cuffie. Vediamo un po’ più da vicino quali sono le rispettive caratteristiche e differenze.

Il più economico, l’amplificatore desktop si caratterizza per le ridotte dimensioni, il costo contenuto, e la semplicità di utilizzo. Consente a più musicisti di ascoltare il mix nello stesso tempo, costituendo l’opzione perfetta per un gran numero degli home studio. Quello rack, invece, garantisce più funzionalità e canali paragonato ad uno desktop, ma è anche di costo superiore. (Solo un chiarimento per quanto concerne il sistema di amplificazione rack, o modulare, sistema in base al quale i tre componenti primari – preamplificatore, finale di potenza, altoparlanti – si trovano in tre differenti unità, da collegare poi tra di loro). Un sistema di distribuzione per cuffie, infine, si rivela la soluzione ottimale perché permette ad ogni musicista di avere in cuffia il massimo controllo di ciò che sta ascoltando, senza la necessità di ricorrere ad un aiuto esterno, ossia quello del fonico.

Quest’ultimo infatti, nel controllo dei volumi, non potendo essere a conoscenza di “come ascoltano” in quel determinato momento, procede “per tentativi”, con disagi ben immaginabili. Quella del sistema di distribuzione per cuffie è però – va da sé – anche la tipologia più cara. Ma dell’aspetto relativo ai costi ci occupiamo proprio qui di seguito, insieme ai brand a cui fare capo per il proprio acquisto.

Prezzi e marche specializzate

Come or ora anticipato, le tre tipologie illustrate di amplificatore per cuffie da studio hanno costi tra loro differenti, partendo da una fascia bassa ed arrivando ad una più costosa, in base alle specifiche caratteristiche delle tipologie stesse. Si parte, orientativamente, da circa 20-30 Euro, per raggiungere 300 Euro o anche di più. ART, Presonus, Behringer, sono invece alcuni brand suggeriti per un buon acquisto.

Creativa e fantasiosa, ma anche riflessiva e determinata. Laureata in Giurisprudenza “atipica”, seguo e coltivo i miei sogni e le mie effettive ambizioni, emersi con forza. Appassionata di scrittura e “curiosa” di ogni piccola grande novità tecnologica – ma anche degli articoli di utilizzo quotidiano – fornisco agli utenti utili consigli in merito a prodotti che possono semplificare, migliorandola, la vita di tutti i giorni. Per un aiuto in quella che è la scelta più rispondente alle proprie esigenze.

Back to top
menu
amplificatoripercuffie.it