Quali amplificatori per cuffie hanno il miglior rapporto qualità prezzo? Info, dettagli

La qualità, a differenza di quanto si direbbe in alcune serie tv italiane dei primi anni duemila, è il nostro traguardo. La perseguiamo in ogni ambito, da quello più serio a quello più superficiale. Lo stesso vale per l’audio delle nostre cuffie.

La vita in fondo è troppo breve per sentire musica, video, film, serie tv e quant’altro con un audio infimo. Per questo nascono apparecchi pensati appositamente per migliorare la qualità del nostro audio e  donarci bellissimi momenti di pace e serenità uditiva. Questi dispositivi si chiamano amplificatori per cuffie e nel dettaglio di questo articolo ci occuperemo di esaminare le sue caratteristiche alla ricerca del miglior rapporto qualità prezzo.

Cos’è un amplificatore per cuffie?

Prima di inoltrarci tra marche, tipologie, fasce di prezzo, caratteristiche, accessori e chi più ne ha più ne metta, soffermiamoci un attimo su cos’è esattamente un amplificatore.

Se sei qui probabilmente già lo saprai, ma è bene rinfrescare la memoria per evitare possibili errori e incomprensioni.

Per amplificatore si indica un dispositivo elettronico, dunque che usa e consuma attivamente energia elettrica, capace di potenziare il segnale audio di una sorgente e restituirlo più forte e pulito. Il compito principale di un buon amplificatore infatti, non è solamente aumentare il volume dell’audio, ma soprattutto modularlo per aumentarne la qualità, ridurre il rumore di fondo e restituirlo pulito e appagante.

Questo principio di utilizzo dell’energia per amplificare un segnale chiaramente si applica in tantissimi altri ambiti, anche lontani da quell’audio, come in quello fisico e meccanico.

Tipologie di amplificatori per cuffie

Definito cosa sia un amplificatore, per evitare fraintendimenti con altri elementi e dispositivi spesso ad esso collegato, vediamo quali sono le tipologie di amplificatori a nostra disposizione.

Se volessimo seguire un ordine cronologico non potremmo non partire dagli amplificatori valvolari. Questa tipologia di dispositivi per lungo tempo sono stati gli unici in circolazione. La loro caratteristica principale è quella di utilizzare per il loro funzionamento delle valvole in vetro sottovuoto denominate valvole termoioniche. Questa tipologia tuttavia è caduta in disuso per un elevato consumo di energia, un ingombro importante e un’impedenza elevata sia in entrata che in uscita che lo rende poco adatto alla maggior parte delle cuffie o degli altoparlanti.

La versione più giovane e con una compatibilità migliore del padre, è l’amplificatore a stato solido, anche noto come amplificatore a transistor. Questi elementi che lo compongono sono dei semiconduttori capaci, sempre attraverso l’utilizzo di energia elettrica, di potenziare l’audio della sorgente. Rispetto al vecchio modello, questo riesce a consumare meno energia ed inoltre la sua impedenza è compatibile con più dispositivi.

A parte queste due grandi famiglie, ce ne sono molto altre ma che citiamo sommariamente:

  • Amplificatori integrati
  • Ibridi
  • Operazionali
  • Per shaker

Caratteristiche di amplificatori per cuffie

Abbiamo visto come esistano numerose tipologie di amplificatori per cuffie, dai più ingombranti a quelli più moderni. Adesso concentriamoci su quali siano le caratteristiche che dovete tenere in conto per trovare il migliore amplificatore.

Partiamo dalle caratteristiche più tecniche, ovvero l’impedenza. Questo è un fattore che spesso ritorna nell’ambito degli amplificatori è rappresenta un valore che a noi utenti deve interessare per la sua compatibilità. Infatti un amplificatore con alta impedenza, tipicamente uno valvolare, difficilmente è compatibile con un moderno altoparlante o cuffie.

Passando invece ad aspetti più fisici, le dimensioni e il peso di un amplificatore sono molto importanti. Sembrerà strano per un dispositivo elettronico, ma un elemento così importante per il vostro impianto audio futuro dovrà avere un determinato peso e delle determinate misure. Ma come si stabiliscono? Queste sono essenzialmente frutto delle esigenze. Se il vostro amplificatore andrà trasportato in giro ad esempio, questo non potrà mai essere troppo pesante, conseguentemente se l’amplificatore rimarrà fermo, il peso potrà aumentare.

Infine occupiamoci della sensibilità, un valore che, detta molto semplicemente, indica con quale potenza sarà restituito il segnale alle nostre cuffie.

Se cercate il miglior rapporto qualità prezzo non dovrete far altro che combinare tutti questi fattori.

Lavoro da anni nel mondo dell’editoria web, scrivendo per varie testate, progetti e temi. Cultura, fotografia, arte, politica, storia, eventi, informatica, la scrittura in ogni sua forma e variante rappresenta la mia massima ambizione.

Back to top
menu
amplificatoripercuffie.it